Fotoringiovanimento

FOTORINGIOVANIMENTOIl fotoringiovanimento cutaneo non ablativo (o non-ablative skin resurfacing) permette di migliorare il tono dei tessuti e di rinnovare la pelle in profondità, aumentandone la luminosità, cancellandone macchie, rughe, cicatrici e i segni lasciati dal sole e dal tempo, in maniera non aggressiva e soprattutto senza convalescenza. Questo trattamento anti-età viene ottenuto con il laser frazionato non ablativo, che favorisce appunto una riparazione tissutale molto più veloce e con arrossamenti e gonfiori meno diffusi rispetto ad altri interventi, tanto è vero che gli americani lo chiamano il “laser della pausa pranzo”. ll laser Erbium Glass frazionato emette infatti dei microfasci di luce del diametro di circa 300 micron (0,3 mm) che determinano delle microcolonne di denaturazione in profondità nel derma, senza asportare la superficie epiteliale della pelle, e che rimangono separate da tratti di cute integra. Ogni colonna di denaturazione verrà quindi sostituita da tessuto nuovo (nuovo collagene) la cui rigenerazione parte dai tratti di cute circostanti che sono stati risparmiati dal danno termico.

Il trattamento viene eseguito principalmente per il ringiovanimento del volto (nella sua totalità piuttosto che limitatamente al contorno occhi e bocca) per le persone che non vogliano stare lontano dalla vita sociale per più di un paio di giorni. Possono essere trattati a tal scopo anche il collo, il décolleté, l’addome e le mani.

Questo stesso tipo di laser viene inoltre impiegato con risultati altrettanto sorprendenti nel trattamento degli esiti cicatriziali di acne, delle cicatrici, delle smagliature e del melasma.

Approfondisci nelle FAQ: